Tag "Impero Anglosionista"

Gli europei si meritano quello che sta per arrivare?

Cari amici, sono nato in Svizzera, probabilmente il cuore dell’Europa, e come europeo di nascita, se non per cultura, sento che dovrei affrontare la questione della responsabilità dell’europeo medio per ciò che sta accadendo in Ucraina e in Serbia. Non credo nella colpa collettiva, quindi la risposta breve è “no”. Ma credo nelle conseguenze, e credo nella giustizia di Dio (e nell’amore, ovviamente!). In altre parole, non credo che tu

Gli ucraini sono russi?

Gli ucraini sono russi? Sembra una domanda semplice, ma in realtà è immensamente complessa. Cercherò di delineare alcuni problemi, ipotesi e implicazioni che questa domanda comporta. Bene, per cominciare, potremmo chiedere “cos’è un ucraino?” Dopotutto, nessuna nazione o paese del genere può essere trovato nei libri di storia. Ma non dobbiamo fermarci qui, e dobbiamo anche chiederci “cos’è un russo?”. Sì, c’erano una nazione russa e un paese russo registrati

Gli Stati Uniti cercheranno di fare una “Grenada” in Serbia?

Ricordate l’invasione statunitense di Grenada del 1983, nota come “Operazione Urgent Fury”? Tutto iniziò il 23 ottobre 1983, quando due camion bomba fecero esplodere gli edifici che ospitavano la “Forza multinazionale in Libano” statunitense e francese. L’attacco causò 307 morti, tra cui 241 militari statunitensi e 58 francesi. In seguito agli attentati i diplomatici statunitensi s’impegnarono nel solito frenetico sventolio di bandiere e nella promessa di non cedere mai e

L’Ucraina sta per farsi “suicidare dal poliziotto”

Ieri ho ricevuto un’e-mail da un mio amico ucraino. Per “ucraino” intendo che la sua cultura e la sua identità sono ucraine, ama il suo retaggio, parla la lingua e ama il suo paese. Di fatto è quello che definirei un “vero ucraino” in contrapposizione agli ucraini al potere a Kiev. Ci corrispondiamo regolarmente, e ci scambiamo opinioni su ciò che sta accadendo. Ecco un estratto di ciò che gli

Cosa significherebbe una sconfitta russa per i popoli dell’Occidente?

I lettori abituali del blog sanno che divido il nostro povero e sofferente pianeta in due parti fondamentali: la Zona A, in altre parole l’Impero Anglo-Sionista, detto anche l’Egemonia Mondiale o l’ “Asse della Bontà” e quella che chiamo Zona B, cioè il Mondo Libero. Molto approssimativamente, dobbiamo separare le élite al potere e i popoli che governano. Ecco, molto approssimativamente, cosa otteniamo: Zona A Zona B Le élite al

L’Unione Europea denuncia, con coraggio, il terrorismo :-)

Prima, due titoli [entrambi in inglese, qui il primo, qui il secondo]: Un condominio colpito durante i bombardamenti ucraini sulla città russa – il sindaco L’Assemblea del Consiglio d’Europa definisce la Russia “regime terroristico”.. Logico, no?. Probabilmente è anche per questo che il capo della politica estera dell’Unione Europea, Josep Borrell, non minaccia [in inglese] l’esercito russo di annientamento (a quanto pare, Borrell non si rende conto che l’Unione Europea

Cinque mesi di Operazione Militare Speciale – Un riepilogo

Nota: dopo esser stato lontano tre mesi, è un vero piacere tornare al blog. Detto semplicemente, mi siete mancati e mi mancava scrivere analisi. Sono quindi veramente deliziato di essere tornato e voglio ancora una volta ringraziare tutti coloro che hanno aspettato pazientemente che ricaricassi le batterie. Il vostro sostegno significa tutto per me. Grazie di tutto! Il Saker. . Cinque mesi fa, il 24 febbraio, la Russia ha cominciato

Un veloce aggiornamento del Saker e alcune note aggiuntive

Cari amici, è passato un mese dal mio ultimo aggiornamento [in inglese] e ho deciso di scrivere questo post per condividere con voi alcuni pensieri. Per prima cosa, la roba noiosa: la mia salute sta migliorando decisamente e, mentre mi spiace molto di esser stato fuori gioco tutto questo tempo, adesso sono sicuro di aver preso la decisione giusta, sia per me che per il blog. Spero di tornare a

Domani sarà un grande giorno (anche se non succederà niente!)

Per i principianti, una veloce nota su ciò che afferma la macchina della propaganda di guerra anglosassone: .Bene, allora domani [16 febbraio] accadrà una delle due cose: Opzione 1: non succede niente Opzione 2: succede qualcosa Opzione 1 Se non succede niente, allora, come ha precisato Lavrov recentemente, l’Amministrazione Biden dovrà dichiarare che “guidato dai gloriosi e invincibili Stati Uniti d’America, e unito saldamente contro l’aggressione russa, l’Occidente ha dissuaso

Riesaminiamo le capacità militari della LDNR

Ci sono tanti malintesi sulle attuali tensioni intorno all’Ucraina orientale, quindi abbiamo di tutto, qualsiasi cosa e il suo contrario. Il tutto presentato con grande serietà, come fatti indiscussi. Non tratterò qui tutti questi fatti, ma affronterò alcuni malintesi. Ma prima, un avvertimento. Quello che segue è un modello molto semplificato, e la realtà della tattica, dell’arte operativa e della strategia implicano molta più complessità. Tenetelo a mente quando leggete