Tag "Jake Sullivan"

Aggiornamento Russia/Ucraina

La Russia è politicamente, economicamente, finanziariamente e militarmente al sicuro dagli obiettivi statunitensi/occidentali di dominare la nazione. L’Ucraina infestata dai nazisti è un contenitore vuoto. La sua economia è in rovina, le sue risorse limitate, il regime è praticamente in bancarotta. Per l’egemone USA è considerato solo un’arma per la guerra perpetua contro la Russia – a spese di una generazione perduta di giovani. Centinaia di migliaia di persone sono

La difficile scelta di Surovikin

Nel gennaio 1944, la 6a Armata tedesca, appena ricostituita, si trovò in una situazione operativa catastrofica nell’ansa meridionale del fiume Dnepr, nella zona di Krivoi Rog e Nikopol. I tedeschi occupavano un pericoloso saliente, che sporgeva precariamente nelle linee dell’Armata Rossa. Vulnerabili su due fianchi scomodi e di fronte ad un nemico superiore per uomini e potenza di fuoco, qualsiasi generale degno di questo nome avrebbe cercato di ritirarsi prima

La Casa Bianca manderà in Ucraina missili terra-aria Avenger

Il Dipartimento della Difesa ha annunciato che invierà i sistemi di difesa aerea Avenger e una serie di altre armi in Ucraina, portando l’assistenza nel campo della sicurezza degli Stati Uniti a Kiev a oltre 1 miliardo di dollari solo nell’ultimo mese.     Un comunicato stampa del Pentagono emesso giovedì afferma che il presidente Joe Biden ha approvato un trasferimento di armi da 400 milioni di dollari all’Ucraina. La Casa

Cosa potrebbe accadere se gli USA rifiutassero l’ultimatum russo?

Ci sono molte discussioni in corso su cosa potrebbe fare la Russia se l’Occidente ignorasse l’ultimatum russo. Tutto quello che mi propongo di fare qui è solo condividere alcuni pensieri con voi. Questa non è un’analisi approfondita, ma solo alcune riflessioni su ciò che sento. Primo, Putin è molto prevedibile e, allo stesso tempo, molto imprevedibile. La cosa prevedibile di Putin è che usa la forza solo quando non c’è

Ucraina e Bielorussia nell’occhio del ciclone

Non è una deliziosa ironia – il Segretario alla Difesa britannico Ben Wallace si è precipitato a Varsavia giovedì per elaborare piani dettagliati per rafforzare la recinzione di confine della Polonia con la Bielorussia? La Gran Bretagna aveva collaborato con gli Stati Uniti nell’invasione dell’Iraq nel 2003, e ora è l’autoproclamata protettrice dell’Unione Europea dai migranti iracheni! 150 Royal Engineers dell’esercito britannico saranno inviati per aiutare a rafforzare il confine

La diplomazia della non diplomazia

Un ritorno alla diplomazia: passiamo al vaglio questo concetto. Tra tutte le promesse che il Presidente Joe Biden non manterrà nei prossimi quattro anni, questa si rivelerà la più disonesta e, in ambito più ampio, la violazione che avrà più conseguenze. Dalla scorsa settimana, è la crisi sull’accordo che disciplina i programmi nucleari dell’Iran che si pone come prova della verità di questo giudizio. A quanto sembrava, domenica Teheran ha

L’assassinio di Soleimani ha insegnato agli Iraniani a non credere alle vuote promesse occidentali

Quando politici, attivisti e intellettuali filo-occidentali hanno incautamente accusato di brogli le elezioni presidenziali in Iran [in inglese] del 2009 e in Bolivia [in inglese] del 2019, i media occidentali, i think tank, le ONG e gli “esperti” si sono mobilitati per minare i risultati delle elezioni, nonostante la mancanza di prove. La narrativa della “frode elettorale” è stata promossa fortemente per destabilizzare questi paesi e indebolire la legittimità dei