Tag "Nazisti"

L’Ucraina sta per farsi “suicidare dal poliziotto”

Ieri ho ricevuto un’e-mail da un mio amico ucraino. Per “ucraino” intendo che la sua cultura e la sua identità sono ucraine, ama il suo retaggio, parla la lingua e ama il suo paese. Di fatto è quello che definirei un “vero ucraino” in contrapposizione agli ucraini al potere a Kiev. Ci corrispondiamo regolarmente, e ci scambiamo opinioni su ciò che sta accadendo. Ecco un estratto di ciò che gli

New York Times, di nuovo

Ma prima di continuare con il New York Times, qualcosa sull’esecuzione di dieci prigionieri di guerra russi da parte dei nazisti. Non siate troppo emotivi, ormai bisogna sviluppare un certo grado di pelle dura e capire che l’uso del termine nazista non è una sorta d’iperbole propagandistica. Il regime di Kiev è un regime nazista, così come lo sono le persone che lo sostengono in Occidente. Quindi, giustiziare i civili,

La Russia va a gonfie vele

L’Impero non riesce a fare nulla di buono negli ultimi tempi: la NATO, l’MI6, la CIA e, naturalmente, la loro banda di nazisti a Kiev potrebbero trasformare l’oro in merda solo con lo sguardo. In un modo o nell’altro, stanno rendendo le cose più facili ai russi per raggiungere i loro vari obiettivi – non solo in Ucraina – ma in patria per ricostruire la Russia come nazione e all’estero

La classe dirigente occidentale ha le mani sporche del sangue di Dariia Dugina

L’omicidio di Dariia Dugina ha scatenato la reazione ormai prevedibile dell’Occidente collettivo: totale indifferenza. Non è certo una novità. L’Occidente non solo ha messo al potere un regime nazista a Kiev, ma l’ha sostenuto con tutti i mezzi possibili mentre quel regime: Ha usato le sue forze armate in una guerra civile interna, che è (era?) vietato dalla Costituzione ucraina e che ha provocato circa 14.000 morti in otto anni.

Breve messaggio dal Saker

Cari amici, Due rapidi messaggi: in primo luogo, ormai la maggior parte di voi ha saputo che la figlia di Alexander Dugin è stata uccisa in un’autobomba. L’obiettivo era chiaramente Dugin stesso. Voglio dire solo che Dugin non è mai stato l’ideologo del “mondo russo”, come ha scritto stupidamente RT.  (Lo stesso vale per un altro presunto “ideologo del mondo russo”, German Sterligov). Quante volte avete sentito Putin citare Dugin?

Solo la Russia porterà la pace al Donbass

Da otto anni noi di Donetsk siamo abituati ai bombardamenti, ma anche per noi il 13 giugno è stato un giorno straordinario. La città è stata colpita simultaneamente da diverse direzioni e con una quantità record di colpi: quel giorno Donetsk ha ricevuto più di 300 razzi e proiettili. Questo non è mai successo nel 2014 o nel 2015. Sei seduto nel tuo appartamento e non sai se il prossimo

Soldato ucraino arreso: “Scopro che sto difendendo i Nazisti, quelli che combatté il mio bisnonno”

Come promesso, mostriamo le foto della formazione dei cittadini ucraini mobilitati prima di essere inviati al “fronte”. Studiare i manuali, posare con le mitragliatrici e fare uno spuntino col necessario. Un altro estratto da una conversazione notturna con il comandante di questi combattenti [in inglese]: La risposta alla domanda “Come sei arrivato alla decisione di deporre le armi?” – è incredibile fino alla follia! Il combattente ha continuato: “…Nella foresta

La SMO russa: giorno 47 – i “pazzi nel seminterrato” e un poema

Oggi cominciamo con questa nuova notizia [in inglese] “Sette americani su dieci ritengono che la Russia abbia un atteggiamento ostile verso la NATO” Dovete proprio amare la logica di questa gente! La Russia interviene in una nazione vicina, lontana migliaia di miglia, e gli statunitensi lo vedono come una minaccia per gli Stati Uniti d’America. E fa niente che gli Stati Uniti sono la nazione che ha costretto la Russia

La vera importanza del falso di Bucha: un cambio di narrativa

Allora, com’era stato previsto da quasi tutti, la lungamente annunciata operazione sotto falsa bandiera c’è stata. Sì, eseguita malamente, davvero pasticciata, ma in qualche modo ciò l’ha resa perfino PIÙ efficace. Perché? Condiziona il pubblica della Zona A ad accettare acriticamente qualsiasi fiaba, non importa quanto stupida, illogica e quanto vada contro il comune buon senso e la logica di base. Bucha è davvero il rifacimento dell’MH-17. Sì, sembra diversa

Giorno 35 della SMO russa in Ucraina – uno “speciale del signornò”

Quanti di voi si ricordano del flusso infinito di avvertimenti che “Putin lavora per Schwab” o “Putin è culo e camicia con Netanyahu”, “venderà il Donbass” e sta “bleffando” sulle sanzioni. Poi arrivò l’ultimatum. Loro lo respinsero. Poi venne l’Operazione Speciale Militare (SMO). Loro la respinsero. Poi uscì la notizia che la Russia avrebbe venduto in rubli il suo gas alle nazioni ostili. Loro la respinsero. Vedete, per loro ci