Tag "Zaporozhye"

La guerra è appena cominciata

Per diversi giorni ho cercato di raccogliere le mie riflessioni sulla guerra russo-ucraina, e di condensarle in un altro pezzo di analisi, ma i miei sforzi sono stati costantemente frustrati dall’ostinato rifiuto della guerra di stare ferma. Dopo un lento e progressivo rallentamento per gran parte dell’estate, gli eventi hanno cominciato ad accelerare, richiamando alla mente una famosa battuta di Vladimir Lenin: “Ci sono decenni in cui non succede nulla

La Russia mobiliterà circa l’1,2% del suo potenziale

Quindi, dopo molte speculazioni, ora sappiamo che il Cremlino ha deciso di mobilitare circa 300.000 soldati su un potenziale di mobilitazione totale di 25.000.000 di soldati. Si tratta di poco più dell’1% del potenziale di mobilitazione della Russia. Stiamo parlando solo di quei soldati che hanno lo status ufficiale di “riserve”, e tutti loro dovranno sottoporsi ad un addestramento speciale prima di essere inviati in Ucraina. Qualche commento su questa

Operazione Militare Speciale, stagione 2

Il periodo dal 9 all’11 settembre 2022 passerà alla storia come un periodo di grande importanza nella guerra russo-ucraina. Entrambe le parti belligeranti hanno superato soglie molto importanti, che nel complesso suggeriscono che la guerra sta entrando in una nuova fase. Il 9 e il 10, l’Ucraina ha ottenuto il primo successo concreto della guerra, riconquistando tutto il territorio controllato dai russi nell’Oblast di Kharkov a ovest del fiume Oskil,

La Russia si vendica degli attacchi ucraini alle reti elettriche controllate dai russi

Un tipico attacco statunitense ad un paese straniero inizia con uno sciame di missili da crociera che mette fuori uso le infrastrutture di base del paese. L’attacco statunitense all’Iraq e ad altri paesi ha dimostrato che l’elettricità e l’acqua vengono meno nei primi giorni di una guerra condotta dagli Stati Uniti. In oltre 200 giorni, l’Operazione Militare Speciale russa in Ucraina non ha mai attaccato le infrastrutture di base del

Aggiornamento sull’attacco ucraino a Kupiansk

Probabilmente mi pentirò di averlo fatto, ma lo farò comunque (sigh):  pubblicherò le mappe. Anzi, lo farò tre volte!. Primo, un video dell’avanzata ucraina dopo il loro contrattacco (senza audio):  . In secondo luogo, ecco una mappa per darvi un’occhiata più da vicino: . E infine una mappa di Google dell’area, con indicata la distanza effettiva tra Balakleia e Kupiansk: Cosa sto cercando di dimostrare? Due cose: Questo è,

Tanti ringraziamenti, un aggiornamento della SMO e bella musica per il fine settimana!

Innanzitutto, la mia più profonda gratitudine a tutti voi! Voglio iniziare il resoconto di oggi ringraziando tutti coloro che si sono messi a disposizione per aiutare me e il blog.  Nonostante i tempi duri dell’economia, molti di voi hanno inviato donazioni, si sono offerti come volontari e, ultimo ma non meno importante, hanno pregato per me.  Naturalmente le vostre donazioni mi aiuteranno finanziariamente, ma è il vostro sostegno morale che

Sulla trasfigurazione dell’Europa: dal sogno della Nuland al suo incubo

Introduzione: la Rus’ dei Carpazi Il centro geografico dell’Europa si trova, guarda caso, nell’Ucraina post-1945, a quindici chilometri da Rakhovo (nella lingua degli occupanti ucraini, Rakhiv). Si tratta dell’estremo est dell’Ucraina, nella provincia della “Zakarpattia” o “Transcarpazia”, che è il nome imperialista dato all’area dai centralizzatori ucraini. In realtà, è Kiev che si trova al di là dei Carpazi, non la “Transcarpazia”. Prima della Seconda Guerra Mondiale, la Zakarpattia era

Sabotaggi, terroristi e altri attacchi diversivi sono un rischio reale per la Russia (+ addendum)

Notizie interessanti per due giorni di fila.  In primo luogo, il Ministero della Difesa russo ha concluso che le esplosioni al campo d’aviazione russo in Crimea sono state il risultato di un’operazione diversiva (uso il termine “diversivo” nel senso russo di “diversiia” che significa sabotaggio/danneggiamento). E oggi i russi hanno annunciato di aver arrestato due dipendenti della centrale nucleare di Zaporozhye (una guardia e un ingegnere!) [in russo] che fornivano

Kiev investita dal Tornado – Come i battaglioni paramilitari terrorizzano l’Ucraina

In Ucraina si è riacceso con maggior virulenza il conflitto che riguarda i membri del famigerato battaglione paramilitare Tornado, che ha combattuto in Donbass, in particolare nella regione di Lugansk, dalla parte di Kiev. Il 2 agosto l’udienza al tribunale distrettuale Obolonskij di Kiev è stata accompagnata da scontri massicci dei simpatizzanti del Tornado con le forze di polizia, in cui decine di agenti delle forze dell’ordine sono rimasti feriti.